La BCS ROTEX 6 AVANT NT è icona di quanto realmente BCS abbia esperienza pluridecennale nel settore della fienagione. Il profilo multiadattabile, quello della famosa BCS motofalciatrice a 3 ruote celebre in diversi Paesi del mondo è tutt’ora applicato alle attrezzature portate del marchio di Abbiategrasso, caratterizzate da semplicità e robustezza.

BCS ROTEX 6 AVANT NT

La BCS ROTEX 6 AVANT NT ha caratteristiche importanti come una buona precisione di taglio, anche alle alte velocità per ridurre le tempistiche di sfalcio nonché un buon adattamento alle asperità del terreno, evidenti in alcune zone d’Italia dove la selvaggina fa spesso visite agli appezzamenti.
 

PIACE

DA MIGLIORARE

  • Rapporto qualità/prezzo
  • Taglio anche ad alte velocità
  • Semplicità e robustezza
  • Protezioni laterali ingombranti
  • Carter frontale a T ingombrante
  • Sistemazione andana

 

IMPRESSIONI

Per l’adattamento al senso di rotazione sinistro della PTO, del trattore da montagna isodiametrico AEBI TT218 (in prova su OmniTrattore), è stato necessario girare nel senso inverso la scatola della trasmissione della falciatrice. Un lavoro di 15-20 minuti e senza troppe fatiche.

Questo aspetto è già una dimostrazione della versatilità di un singolo attrezzo frontale, spesso non semplice da agganciare a diversi trattori che lavorano su pendenza. La leggerezza della barra è fondamentale per l’utilizzo con trattrici leggere e che devono affrontare pendenze anche del 30-40%, come in diverse zone d’Italia.

E la BCS ROTEX 6 AVANT NT si è dimostrata leggera e affidabile anche alle alte velocità, 12-13 km/h, con un taglio sempre netto indipendentemente dal senso di lavoro a rittochino o cavalcapoggio. Non impegna particolarmente la macchina da 110 Cv, altro punto fermo positivo per una barra falciante, che non richiede troppa potenza per il suo azionamento.

BCS ROTEX 6 AVANT NT

Alla PTO la BCS ROTEX 6 AVANT NT richiede infatti 40-50 Cv. La deposizione in andana regolabile meccanicamente con due deflettori consente di sistemare il prodotto più o meno aperto, consentendo così la corretta scelta dei tempi per la seccatura del foraggio, a seconda che quest’ultimo venga voltato o meno. Di fatto la regolazione permette di passare da 1.200 a 1.350 mm di massima apertura, non è tanto ma su 2,45 m può essere un buon range a seconda delle esigenze dell’agricoltore.

L’ideale sarebbe rubare qualche cm in più soprattutto in chiusura. Il sistema di oscillazione dell’attrezzo, agganciato a livello superiore circa a metà telaio, è buono, sia per semplicità che durante lo sfalcio in terreni non omogenei in cui serve un’adattabilità propria rispetto al trattore. La molla di bilanciamento garantisce una tensione costante e la forzatura al centraggio della macchina quando si fanno le svolte a fine campo, così da evitare oscillazioni involontarie.

Bene anche il suo bloccaggio con un perno, così da effettuare i trasferimenti stradali in sicurezza. Il DustDeflector Wings è il nome attribuito alla carrozzeria dell’attrezzo, che consente di fare defluire lateralmente alla macchina le sostanze intasanti: funziona ed evita accumuli di polveri su parabrezza e nei radiatori del trattore.

I carter laterali di protezioni sono invece migliorabili: non lasciano un’ottima visibilità in quanto sono strutturalmente ingombranti; inoltre sono eccessivamente larghi: 2,45 m di taglio per arrivare a 3,3 m con i teli abbassati, oltre 40 cm per parte quando ne basterebbero 20.
 

ORGANI DI LAVORO

I sei dischi di taglio della BCS ROTEX 6 AVANT NT hanno moto trasmesso ad ingranaggi in bagno d’olio da sinistra verso destra, sono protetti da slitte antiusura e da scudi deflettori nelle zone di incrocio delle lame. La rotazione controrotante dei dischi consente di avere un flusso convogliato centralmente rispetto alle macchine con rotazione normale, disponibile a richiesta.

Come nelle precedenti versioni i dischi hanno, in posizione ventrale, due palette per ogni lamino che consentono di evitare avvolgimenti sotto al piatto di taglio. Per la regolazione dell’oscillazione laterale è presente una molla di bilanciamento sul lato destro della macchina che garantisce la posizione centrale quando è sollevata e lo smorzamento del peso della barra di taglio quando ne varia l’inclinazione.
 

BCS ROTEX 6 AVANT NT
BCS ROTEX 6 AVANT NT
BCS ROTEX 6 AVANT NT
BCS ROTEX 6 AVANT NT
BCS ROTEX 6 AVANT NT

TELAIO E STRUTTURA

L’attacco al trattore è di tipo portato, con triangolo di accoppiamento, ma si può richiedere anche attacco standard o ribassato, quest’ultimo per trattori isodiametrici. Uno snodo centrale consente all’attrezzo di oscillare rispetto all’attacco di ± 5°, adattandosi alla morfologia dei terreni su cui viene impiegato. Un perno ne permette il bloccaggio durante i trasferimenti su strada.

Le protezioni che coprono la barra di lavoro sono ribaltabili per l’accesso rapido all’apparato di taglio, quelle laterali si bloccano rapidamente per i trasferimenti stradali. Il carter frontale invece si solleva a 65° lascia ampio spazio alla sostituzione o all’ispezione dei lamini.  
 

BCS ROTEX 6 AVANT NT
BCS ROTEX 6 AVANT NT
BCS ROTEX 6 AVANT NT

PTO E IDRAULICA

PTO a 540 o 1000, quest’ultimo il valore a cui è stata impiegata con AEBI, mentre non è richiesto alcun attacco idraulico. Le scatole della trasmissione principale sono ad ingranaggi che scorrono dalla scatola centrale – che si può invertire in 15 minuti per adattarsi al senso di rotazione antiorario -  verso la sinistra dell’attrezzo, raggiungendo il disco di sinistra dal suo lato posteriore. Il supporto di comando è in ghisa sferoidale per avere maggior resistenza alle sollecitazioni ed è posto dietro il primo disco così da ridurne l’ingombro agevolando il deflusso del foraggio falciato. In questo modo gli organi di trasmissione non intaccano minimamente la larghezza di taglio o il flusso del prodotto.
 
 

MANUTENZIONE

La manutenzione della BCS ROTEX 6 AVANT NT non richiede troppi sforzi: i lamini di taglio si sostituiscono con la loro rimozione tramite bullone - si può richiedere anche quella rapida -, mentre gli ingrassatori da mantenere sotto controllo sono pochi, relativamente al perno di oscillazione e al cardano di trasmissione. Gli ingranaggi della trasmissione sono a bagno d’olio e anche i piatti di taglio non richiedono ingrassaggio ordinario.
 

TECNOLOGIA

La Rotex frontale non richiede nessun collegamento al trattore eccetto al PTO. La sua gestione è pratica e semplice, ad un prezzo accessibile che la rende ideale per coloro che lavorano in appezzamenti caratterizzati da forti pendenze.  

BCS ROTEX 6 AVANT NT

Attrezzo tipo:                  

portato

Oscillazione/Blocco oscillazione

+-5°/Meccanico
 

Larghezza di lavoro         

2,45 m

Trasmissione

Laterale

Peso                                 590 kg

Dischi (n.)

6

Potenza richiesta    40-45 Cv 

Largh. di lavoro 

2,45 m

Ingombro su strada   2.450 mm

Lamini per disco 

2

Ingombro al lavoro     3.320 mm

Rimozione (tipo)

Bullone singolo

Attacco (tipo)

Triangolo a 3 punti Largh. andana (mm) 1.200-1.350

 

PRIMA e DOPO

Pendenza e prodotto: la prima una caratteristica degli appezzamenti, il secondo un elemento fondamentale in tantissime aziende agricole, specie con allevamenti. Un fieno ben sfalciato e trattato con cura giova alla salute e alla produttività degli animali. Riguardo a questo la BCS ROTEX 6 AVANT NT ha lavorato senza intoppi: taglio rasente sempre anche in terreni eterogenei e non ben assestati, effettuando un lavoro pulito e privo di indesiderate particelle di terra in andana.
 

LAVORI COMPLEMENTARI

Condizionamento: in zone con terreni svantaggianti per l’agricoltura la fienagione si fa con macchine leggere, tanto da avere attrezzi atti solo al condizionamento del prodotto sfalciato ove necessario.
Andanatura: meno si tocca il fieno e meglio è. Pochi passaggi permettono di ottenere un buon prodotto e con un’andanatura intelligente si riesce a farlo seccare senza doverlo voltare, si inizia ad avvicinare l’andana senza chiuderla, per farle prendere ancora sole e aria.