Maschio Gaspardo, nel 2022 il fatturato sale e registra un +19%  assesstandosi a 460 mln €.

Mentre cresce sia l'utile netto consolidato (a 26.2 mln €, +32%) che il margine operativo lordo (a quota 65.2 mln €), il gruppo veneto nel 2022 ha acquisito la Free Green Nature, specializzata in attrezzature meccatroniche e sistemi robotizzati.

Maschio Gaspardo, nel 2022 il fatturato a +19% (460 mln €)

Un 2022 denso di iniziative

Il gruppo veneto specializzato nella produzione di attrezzature agricole, forte di una struttura di produzione e vendita che è ormai diventata globale, durante l’esercizio dello scorso anno ha messo a segno un fatturato consolidato di 460 milioni di euro, registrando +19% rispetto ai 388 milioni dell’anno precedente.

Una crescita, viene precisato in una nota, dovuta a un incremento dell’11 % in Europa e del 27 % nel mercato extra UE.

L’utile netto consolidato è invece pari a 26,2 milioni contro i 19,8 milioni di euro dell’esercizio 2021, registrando un incremento del 32%.Il margine operativo lordo (EBITDA) del Gruppo è passato da 53,3 a 65,2 milioni di euro con una differenza positiva del 22%; il reddito operativo (EBIT) è cresciuto del 26% rispetto allo scorso esercizio passando da 34,2 a 43,2 milioni di euro.

Maschio Gaspardo, nel 2022 il fatturato a +19% (460 mln €)

L’indice di redditività ROE (Return on Equity), si attesta al 31% rispetto al 22% dell’esercizio 2021. La posizione finanziaria è pari a 64,9 milioni di euro.

Maschio Gaspardo proprietaria al 100% del proprio capitale

Il 2022 ha visto anche il ritorno dell’intero capitale nelle mani della famiglia fondatrice, rappresentata dai fratelli Andrea e Mirco Maschio, rispettivamente presidente di Maschio Holding e presidente di Maschio Gaspardo.

Ciò è stato reso possibile grazie alle operazioni finanziaria di riacquisizione del capitale che era detenuto dalle finanziarie regionali Veneto sviluppo S.p.A. e Friulia S.p.A. Quest’ultima, tra l’altro, ha anche effettuato nuovi interventi a sostegno dello sviluppo di Maschio Gaspardo.

Maschio Gaspardo, nel 2022 il fatturato a +19% (460 mln €)

Un risultato che è la conseguenza di un continuo miglioramento di tutti i principali indicatori economici e patrimoniali, e conferma della validità della strategia intrapresa e della capacità dell’azienda di rispondere in maniera efficace le sfide poste dal contesto in essere.

Le acquisizioni in robotica

A conferma della solidità dell’azienda, Maschio Gaspardo è ritornata a fare acquisizioni.

Ci riferiamo all'entrata nel capitale sociale della Società Free Green Nature S.r.l. con sede in Colle Umberto (Treviso). Free Green Nature S.r.l. è una start up innovativa costituita nell’anno 2020.

La sua attività ha per oggetto lo sviluppo, la progettazione e la produzione di macchinari ad alto valore tecnologico in particolare di attrezzature meccatroniche, di sistemi robotizzati per l’agricoltura e di macchine per il controllo di virus e batteri.

Il primo progetto realizzato dalla Free Green Nature consiste nello sviluppo di Icaro X4, un robot brevettato, per il trattamento dei vigneti con raggi UV-C, completamente autonomo, che ha l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale fino al 90% rispetto alle tecniche convenzionali, che utilizzano i fitofarmaci.

Maschio Gaspardo EXTREME 266 ISOTRONIC rotopressa camera e geometria variabile

Il 2022 è stato un anno di fondamentale importanza per la nostra famiglia – ha dichiarato Mirco Maschio, presidente di Maschio Gaspardo – poiché grazie anche al sostegno delle Finanziarie Regionali Friulia, Veneto Sviluppo e Finest abbiamo raggiunto con largo anticipo gli obiettivi del nostro Piano Industriale.

Nonostante il difficile contesto macroeconomico Maschio Gaspardo ha saputo gestire il mercato ottenendo performance significative. Oggi guardiamo al futuro con ottimismo, e con la consapevolezza che ogni cambiamento del sistema economico va affrontato con rapidità di adattamento, come abbiamo saputo fare in questo 2022 appena concluso.

Sono estremamente soddisfatto dei risultati record di bilancio, che ci hanno permesso di concentrarci su nuove sfide. In questo senso l’acquisizione di Free Green Nature ha confermato la direzione della nostra azienda verso lo sviluppo tecnologico, perché il futuro, secondo noi, passa necessariamente attraverso l’innovazione.