Con l'atomizzatore trainato Spraymaster Florida ha trovato il giusto compromesso per rientrare nei canoni di due sistemi di coltivazione totalmente differenti: quello per frutteto e quello in vigneto.

Si parte da un dato oggettivo. Quante aziende italiane, all’interno della loro superficie utile, hanno sia vigneto che frutteto? Di certo non sono poche.

Florida Sprymaster

È spesso necessario però, dover intervenire per trattamenti con due nebulizzatori diversi, uno apposito per vigneto e un secondo per frutteto. Il motivo agronomico principale, l’utilizzo di prodotti che vanno gestiti con diversi volumi di irrorazione, è un fattore molto limitante nell’acquisto delle attrezzature, ma Florida è riuscita a sviluppare un progetto in grado di accontentare tutti. 

Con la nuova line di nebulizzatori Spraymaster, infatti, l’azienda di Belfiore si propone al mercato con una macchina per trattamenti concentrati a basso volume, che vuole essere il più versatile possibile, senza tralasciare, però molti aspetti importanti come la tutela dell’operatore e quella dell’ambiente.

Florida Sprymaster

Il segreto? La bassa pressione

Con l'atomizzatore Sprymaster, Florida vuole assicurare una razionale ed efficace difesa delle colture, con possibilità di operare a medio e basso volume, mirando ad una superiore efficacia dei trattamenti, nebulizzazione calibrata e uniforme del prodotto.

Non solo: i tempi morti, e di conseguenza i costi, sono ridotti grazie al questo nebulizzatore, non è necessario sganciare l’attrezzo per fare due prodotti differenti su due coltivazioni diverse così come è rapido il lavaggio interno del circuito di nebulizzazione.

Florida Sprymaster

Questa nuova gamma di nebulizzatori vuole essere innovativa anche dal punto di vista della dosatura e distribuzione, le più precise possibili, così come si deve cercare di minimizzare la deriva ed evitare il gocciolamento.

Poca manutenzione e costi ridotti

Lo Sprymaster di Florida tenta quindi di diversificarsi dal sistema di irrorazione tradizionale per la migliore ed uniforme copertura della vegetazione grazie alle goccioline di piccolissima ed uniforme dimensione che, a fine trattamento, lasciano particelle fini asciutte e staccate fra loro, senza dispersione e gocciolamento.

Lavorando a 1,5 atmosfere di pressione con dosi di 200-300 l/ha, non solo sono necessari quantitativi di acqua inferiori per ciascun trattamento, ma si evitano usure e logoramenti delle componenti in seguito alla pressione, perché di fatto, il circuito non subisce sollecitazioni a pressioni elevate. Si risparmia anche su diversi componenti perché possono essere impiegati materiali che non resistono a forti pressioni, a differenza di altri circuiti ad alta pressione dove si lavora a 20-25 atmosfere.

Florida Sprymaster

Sono quindi ridotti i tempi morti per il riempimento della cisterna sono diminuiscono così le spese di manodopera, carburante e costi generici. La potenza richiesta per lavorare con Spraymaster va da 70 a ad un massimo di 90 CV, a seconda del modello se base o scavallante.

Particelle create dall’aria

Col Sprymaster Florida si parte dal presupposto che per una corretta distribuzione sono diversi gli elementi che devono lavorare in simbiosi per un buon trattamento: il gruppo ventilatore con girante centrifugo da 500 mm di diametro a doppia aspirazione ha portata di 20.000 m3/h di serie, mentre si può montare su richiesta anche un girante maggiorato da 600 mm (soprattutto per i modelli con colonna) con capacità di 26.000 m3/h.

Florida Sprymaster

La pompa centrifuga a bassa pressione da 250 l/min assicura la miscelazione in continuo con un flusso da 230 l/min mentre ne invia solo 20 al minuto all’uscita dell’acqua per il trattamento, che non richiede così quantitativi elevati.

I due dosatori di precisione in acciaio inox sono tarati direttamente in sede per lavorare a 1,5 atmosfere, garantendo una bassa usura e prestazioni elevate nel tempo. Gli ugelli a profilo speciale sono studiati apposta per una nebulizzazione pneumatica e la loro apertura e chiusura è azionata dal gruppo di comando manuale sul trattore.

Le gocce finissime, vengono create dai getti con forma aereodinamica, l’aria incontra l’acqua e a quel punto i getti danno la forma alle goccioline, che sono di dimensioni finissime. All’uscita delle gocce si può installare il sistema elettrostatico, che le carica positivamente per ridurre l’effetto deriva, a causa della loro maggior attrazione dalla vegetazione, che ha carica negativa.

Florida Sprymaster

Tre modelli per tutti i sesti d’impianto

Sono tre le versioni disponibili di Spraymaster della Florida, che si differenziano dalla versione base per il posizionamento dei diffusori dell’aria opzionali.

Nella versione base, infatti, ci sono due diffusori di aria in polietilene in basso orientabili, mentre per i modelli Spraymaster/C e Spraymaster/SC i diffusori diventano quattro, due in basso e altrettanti in alto. Il modello /C ha la colonna con a capo i due diffusori, mentre il modello più completo /SC ha i due diffusori alti orientabili montati su bracci laterali regolabili in altezza e larghezza.

Quest’ultimo modello è infatti scavallante, per poter essere il più versatile possibile e centrare sempre la porzione di vegetazione interessata al trattamento. Il telaio è zincato a caldo con timone regolabile in lunghezza ed in altezza per un aggancio comodo per qualsiasi trattore e per poter muoversi agilmente in qualsiasi sesto d’impianto. La carreggiata è regolabile ed è presente anche un paraurti al posteriore per evitare danni ai diffusori bassi.

Florida Sprymaster

La cisterna è in vetroresina a svuotamento totale grazie a una valvola laterale apposita. Al suo interno l’agitazione del liquido è idraulica, e il livello del liquido è visibile dal tubo di livello esterno con una scala graduata. Un serbatoio lavamani è integrato nella forma della cisterna.

Il circuito può essere lavato totalmente grazie al dispositivo apposito e, per ovviarne intasamenti, sono attivi due filtri: uno di aspirazione esterno con valvola di ritegno e il secondo quello di immissione associato al premiscelatore.

 

Tanti gli optional

Oltre all’omologazione per la circolazione stradale Florida offre numerosi optional sui modelli Spraymaster: assale con balestre e ruote sterzanti e possibilità dell’impianto frentante, timone snodato con pistone idraulico oppure la versione sono snodata, cofani laterali di protezione, kit per il riempimento della cisterna dal filtro di aspirazione e ventilatore centrifugo maggiorato a 600 mm.

Fotogallery: Florida Spraymaster