Il diritto di passaggio sul fondo è direttamente correlato all'acquisto per usucapione di proprietà e di servitù, tematiche che continuano a essere un tema caldo per i proprietari dei terreni in agricoltura.

Uno dei motivi più frequenti di litigio fra i proprietari di terreni confinanti è dato dall’esercizio delle servitù di passaggio. Esse attribuiscono il diritto di passare sul fondo del vicino e perciò comprimono, sia pure in misura limitata, il diritto di proprietà.

diritto di passaggio sul mio terreno

Molti proprietari attendono, praticamente con il cronometro in mano, il decorso di un certo periodo di tempo di non uso della servitù in modo da chiederne l’estinzione per prescrizione. Ma si estingue in qualche modo la servitù di passaggio sul terreno? Vediamo un caso specifico.

Gentile redazione di Omnitrattore.it, il proprietario del fondo confinante con il mio vorrebbe far valere un suo diritto al passaggio sul mio terreno in quanto, egli dice, ci passa da oltre vent’anni; ma per usucapire una servitù di passaggio è sufficiente attraversare un fondo altrui per vent’anni, senza altri requisiti? Grazie, Annamaria.

Gentile Annamaria, fortunatamente per lei, il mero passaggio non fa acquistare alcun diritto; la legge - e la Cassazione ormai granitica sul punto - infatti richiede che vi siano dei requisiti ben precisi per poter acquistare per usucapione una servitù di passaggio, requisiti la cui esistenza dovrà essere necessariamente provata nell’ipotetico giudizio intrapreso per far accertare e dichiarare l’acquisto della servitù.

diritto di passaggio sul mio terreno

Le opere devono essere visibili e permanenti

In particolare, oltre a provare di avere esercitato per vent’anni e oltre il passaggio sul fondo, occorre provare che, per tutti i vent’anni, vi sono sempre state sul fondo c.d. servente opere visibili e permanenti (strade, tracciati ecc), inequivocabilmente destinate all’esclusivo esercizio della servitù, e che hanno reso percepibile e nota a tutti (e in particolare al proprietario del fondo c.d. servente) l’esistenza della servitù di passaggio medesima.

Peraltro, questi requisiti devono sussistere sin dall’inizio del possesso e quindi per tutti i vent’anni necessari ad usucapire, ad esempio se si è transitato per vent’anni sul fondo del vicino, ma solo negli ultimi tre anni è stata realizzata una stradina visibile, non potrà essere acquistato alcun diritto, e quale tempo utile per l’usucapione della servitù si potranno considerare solo gli ultimi tre anni.