Maschio Gaspardo, con l'erpice rotante Gabbiano Super scende in campo con Giulia tonello.

La prova dell'attrezzatura per la preparazione del letto di semina (mais) testata da Giulia assume elevato interesse se si considera che generalmente gli attrezzi per la preparazione del letto di semina si dividono in due grosse categorie: quelli grossi per impieghi pesanti e quelli leggeri più molto più compatti e maneggevoli.

Maschio Gaspardo è riuscito a combinare queste due doti in un unico erpice rotante grazie a un ingegnoso movimento del telaio pieghevole, che effettivamente ricorda un’ala che si apre e si chiude: un “trucco” progettuale che ha permesso di far convivere una struttura robusta in una forma maneggevole e snella.

Maschio Gaspardo Gabbiano Super: in campo con Giulia

Prestazioni e durata

Gabbiano Super è un modello storico che è stato aggiornato meccanicamente per per risultare ancora più produttivo e affidabile Dal cuscinetto brevettato dei rulli che in maschio chiamano Blindato, alle tante protezioni fino a inediti componenti meccanici heavy duty.

Sono davvero tanti i miglioramenti che scopriremo insieme di questa nuova release dell'erpice rotante di Maschio Gaspardo, che tra l’altro hanno permesso di aumentare la potenza richiesta di 20 CV con un range compreso tra 120 i 280 CV.

Maschio Gaspardo Gabbiano Super  

Potenza richiesta

120 - 280 CV

Larghezza di lavoro

 4 - 6 m

Numero coltelli

32 - 48

Profondità di lavoro 26 cm

 

Massima resistenza a partire dai materiali

Abbiamo parlato di una profondità di lavoro di 26 cm, merito del telaio a doppia cassa in acciaio altoresistenziale, peculiarità degli erpici Maschio Gaspardo.

Lo spessore interno di 6 mm e quello esterno di 5 mm, consentono una maggior rigidità senza aumentare il peso.

Il sistema UP FLOATING permette alle due ali del telaio di muoversi verso l’alto e seguire il profilo del terreno per garantire il massimo grado di affinamento in qualsiasi suolo e in qualsiasi condizione.

Maschio Gaspardo Gabbiano Super: in campo con Giulia

Completano il quadro le dotazioni heavy duty, il cardano a camme, quelli laterali diretti con forcelle anti impuntamento e gli agganci idraulici per chiusura ali.

La struttura dell'erpice di Maschio contempla anche una scatola centrale con cambio di velocità.

Quest’ultimo grazie ad un rapido cambio di ingranaggi, permette di far variare il regime di rotazione dei coltelli in funzione del livello di affinamento richiesto.

Assemblaggi massimamente accurati

Cià che fa di un erpice un “Buon Erpice” è soprattutto la qualità dei materiali e della carpenteria con cui viene realizzato, e questa per Maschio Gaspardo è quasi una filosofia di fabbrica.

Gli organi di trasmissione e di lavoro sono fabbricati con metalli di altissima qualità e processi produttivi automatizzati e di alta precisione.  

Gli alberi dei rotori con supporto coltello sono lavorati per tornitura da un unico pezzo forgiato, mentre i coltelli sono forgiati con acciaio al boro temperato. Hanno profilo appositamente studiato per massimizzare l’affinamento del terreno in tutte le condizioni.

Maschio Gaspardo Gabbiano Super: in campo con Giulia

Le nuove lamiere telescopiche in acciaio sostituiscono le vecchie protezioni in plastica risultando più sicure, durature e robuste per un’ingrassatura a rapido accesso. Inoltre, vengono introdotti doppi ingrassatori sulle crociere dei cardani laterali rendono ancora più semplici e veloci gli interventi di manutenzione.

Il sistema cuscinetto-mozzi "Blindato" (brevettato) per il rullo posteriore è stato rinforzato e sfrutta uno speciale anello di tenuta in poliuretano che isola totalmente gli organi interni da fango e polvere.

Gli alberi rotore sono distanziati 25 cm gli uni dagli altri (spazio molto ristretto rispetto a quello di altri competitor).

I 4 rotori per metro garantiscono un'ottimale preparazione del letto di semina anche su terreni tenaci e argillosi.

Maschio Gaspardo Gabbiano Super: in campo con Giulia

I rotori con angolazioni diversificate permettono un'entrata graduale nel terreno riducendo la potenza assorbita, i consumi e le vibrazioni trasmesse al trattore.

Le protezioni laterali sono ammortizzate su molla, aumentando l’escursione laterale delle bandinelle e facilitando lo scarico del materiale in eccesso. La molla è regolabile facilmente tramite bullone.

Lavorazioni combinate e optional irrinunciabili

L’erpice gabbiano Gabbiano Super è stato pensato non solo come attrezzatura afficiente di per suo ma anche in accoppiamento in combinata con la seminatrice da cereali Centauro, per unire in un unico passaggio la lavorazione primaria/secondaria del terreno alla semina, grazie ad un kit facile da installare. 

Rispetto agli allestimenti opzionabili spicca il modulo sgancio "Rapido" dei coltelli: in 4 mosse permette una semplice e veloce sostituzione. E per terreni difficili il sistema parasassi "Plus", con cunei protettivi, protegge lo spazio tra i rotori da impatti o intrusioni con pietre o altri detriti che potrebbero bloccarli.

Fotogallery: Maschio Gaspardo Gabbiano Super: in campo con Giulia