Cema: il mercato trattori va di nuovo giù. Se lo scorso mese, dopo più di un anno l’indice generale del clima economico dell’industria europea delle macchine agricole aveva finalmente invertito la tendenza al pessimismo facendo registrare un leggero aumento, in questi giorni si è già interrotto.

Il Business Barometer di metà giugno che rappresenta l’indagine effettuata dal Cema (associazione dei costruttori europei di macchine per l’agricoltura ) ha segnato una nuova discesa da -51 a -56 (su una scala da -100 a +100) indica che la situazione economica non ha ancora toccato il fondo e raggiunge un livello al di sotto del quale era sceso negli ultimi 10 anni soltanto nel 2020 durante l’evento shock dell’epidemia da Covid.

Cema: mercato trattori di nuovo giù

Cema: mercato trattori di nuovo giù

Positivo solo il settore zootecnico

Rispetto al report di maggio, la percentuale di rappresentanti del mondo industriale che considera l’attuale situazione economica molto sfavorevole è salita di 3 punti ed è scesa di 2 punti la percentuale di coloro che la considerano buona.

Sul fronte del fatturato è diminuita di 5 punti la percentuale di coloro che lo prevedono in aumento nel corso dei prossimi sei mesi.

La "forbice" tra le prospettive per la situazione attuale e gli affari futuri è più ampio nel settore delle attrezzature per la zootecnia. In questo caso si prevede infatti un buon business futuro (anche nell’intervallo dell’indice sopra la linea dello zero) e l’indice attuale ottiene il punteggio migliore di tutti i segmenti con -17.

SGARIBOLDI GRIZZLY 8128/2 4WS

SGARIBOLDI GRIZZLY 8128/2 4WS

I produttori di trattori (indice -74) e di attrezzature per prati, giardini e municipali (indice -80) continuano invece ad aspettarsi affari molto deludenti.

A fronte di questa situazione gli ordini in entrata per l’industria delle macchine agricole continuano a mostrare una tendenza al rialzo e, come importante primo indicatore, fanno sperare che il mercato abbia presto raggiunto il punto più basso, anche se le aspettative di fatturato sono valutate peggiori rispetto ai mesi precedenti.