New Holland rivela il nuovo T9 SmartTrax, il trattore quadricingolo che verrà commercializzato nel 2025. 

Il maxi trattore articolato, quadricingolato è dedicato al Nord America e all'Australia e sarà dotato anche il sistema PLM Intelligence, già esteso alle gamme minori. Gli ordini del del T9 SmartTrax partiranno nel corso dell'estate 2024.

Oltre al sistema SmartTrax – con ruote a rulli oscillanti, una migliore manutenibilità e cingoli autotensionanti automatici – il nuovo T9 MY 2025, presentato in anteprima al National Farm Machinery Show 2024 di Louisville, nel Kentucky, come anticipato, porta in dote anche il sistema telematico di bordo PLM Intelligence presente sulle ultime versioni dei fratelli minori T6 e T7.

New Holland T9 SmartTrax: trattore quadricingolo per il 2025

L’inclusione di ruote a rulli oscillanti avanzate e di sospensioni con supporti antivibranti nel sistema di cingoli contribuisce a elevare la qualità di guida e a prevenire l’usura irregolare durante il trasporto da campo a campo.

Per facilitare la manutenzione quotidiana, sono stati integrati coprimozzi trasparenti per il sistema di cingoli, che consentono un accesso immediato ai componenti critici.

New Holland T9 SmartTrax: quota 645 cavalli

Il nuovo sistema di cingoli per il trattore New Holland T9 va a semplificare la manutenzione e ottimizza l’operatività generale, andando ad eliminare le regolazioni manuali del tensionamento dei cingoli, grazie a un nuovo sistema automatico, in grado di allungarne anche la durata.

Cinque le tarature totali della gamma – T9.520, T9.580, T9.615, T9.655 e T9.700 – con potenze nominali comprese tra 475 e 645 cavalli, tutti dotati del sistema SmartTrax. Una tecnologia che garantisce prestazioni uniformi su diverse tipologie di terreno, che va quindi a migliorare le prestazioni operative complessive e, al contempo, preserva l’integrità del terreno grazie alla minore compattazione garantita dai cingoli.

New Holland T9 SmartTrax: trattore quadricingolo per il 2025

Il sistema SmartTrax

Velocità e manovrabilità sono due dei maggiori vantaggi che gli operatori noteranno con il sistema SmartTrax. Grazie all’accesso a una gamma di modelli T9 ad alta potenza e all’aumento della velocità massima del veicolo per un’efficienza ottimale, gli operatori noteranno un notevole miglioramento della velocità su strada, fino a 40 km orari.

Questo garantisce un trasporto da campo a campo più rapido ed efficiente che contribuisce a mantenere in movimento ogni parte dell’operazione.

Il T9 SmartTraxdi New Holland offre flessibilità per diverse applicazioni e dispone di diverse opzioni per il nastro dei cingoli. Tra queste, due scelte di larghezza, 30 e 36 pollici, e tre diverse marche di nastri tra cui scegliere.

Maggiore efficienza

Altri step degni di nota introdotti con il Model Year 2025 del T9 SmartTrax sono l’aumento del 47% della capacità di carburante, grazie al profilo ribassato del mezzo agricolo, con il serbatoio posizionato più in basso.

New Holland T9 SmartTrax: trattore quadricingolo per il 2025

La capacità maggiorata di carburante, di oltre 1.680 litri, contribuisce a prolungare l’autonomia del mezzo e a ridurre le soste per il rifornimento.

Aggiornato anche il design dei trattori per accedere alla cabina. I nuovi gradini, infatti, ruotano automaticamente quando il trattore si articola, impedendo alla scala di estendersi oltre i cingoli e consentendo un ingresso e un’uscita più agevoli dalla cabina.

Il T9 SmartTrax con PLM Intelligence riflette la nostra tradizione di superamento dei limiti”, spiega Sean Dorosz, Global Large Tractor Product Manager di New Holland. “È più di un sistema di cingoli migliorato.

È un impegno nei confronti degli agricoltori costruito sulla base di innovazione, efficienza, capacità e versatilità. La produttività è al centro del T9 SmartTrax.

Con questo sistema, stiamo mettendo in atto prestazioni ineguagliate dei cingoli che riducono il tempo non produttivo del trattore, come gli spostamenti da un campo all’altro e le pause per il rifornimento, per massimizzare l’efficienza dell’operatore sul campo e ridurre al minimo il tempo trascorso sul lavoro.