FM World, costruttore di trattori cinesi, ha prsentato le serie K, F e X con motorizzazioni autoprodotte, per le quali prevede di ricevere l'omologazione UE Stage V nel corso del 2024.

Le serie K compatte comprendono modelli da 45 e 50 CV, mentre la gamma F porta la potenza a 60 e 70 CV.

La gamma X a quattro cilindri (100 140 CV) potrebbe essere interessante per gli allevamenti di bestiame e i seminativi, anche grazie alla possibilotà di optare per un cambio powershift.

Un colosso per l'Asia

FM World, il brand agricolo del produttore cinese Jiangsu World Ag Machinery Co, è un marchio importante in Cina.

Diffuso anche in India, l'azienda è poco conosciuta in Europa.

Con una produzione di ben 55.000 mietitrebbie all'anno, rappresenta i due terzi di tutti i trattori in Cina e rappresenta il marchio più venduto in Bangladesh, Colombia, Indonesia, India, Iran e Sri Lanka.

Trattori cinesi FM World: pronti con lo Stage V

In questi paesi tratta principalmente di mietitrebbie per il riso, ma l'azienda produce anche mietitrebbie per la raccolta di cereali e OSR. Torniamo ai trattori. L'azienda ritiene di averne esportati circa 2.000 in Europa lo scorso anno, ma è intenzionata a incrementare il numero e a nominare una rete completa di concessionari europei.

Pronti allo Stage V

L'azienda afferma che se riuscirà a prendere piede in Europa, potrebbe pensare di sviluppare versioni Stage V della serie E in variante a sei cilindri (150-180 CV).

Attualemente però il trattore più potente che l'azienda produce attualmente in Cina è la serie G da 200 CV e per questo modello, emissionato allo Stage IV, non ci sono piani immediati per lo sviluppo di una versione Stage V per l'Europa.

Il lavoro di sviluppo non si limita ai motori a fasolio puri. L'azienda sta anche testando due prototipi ibridi diesel-elettrici da 280 CV e sta anche valutando un trattore autonomo basato sulla piattaforma della serie E.

Trattori cinesi FM World: pronti con lo Stage V

La strategia del prodursi tutto in casa

Ma perchè gli agricoltori europei dovrebbero acquistare uno dei trattori di produzione cinese di FM World. La rsposta di FM Word è chiara:

Acquistiamo pneumatici e sedili, ma produciamo internamente l'80% di tutti i componenti necessari per realizzare un trattore o una mietitrebbia. Questo è il nostro grande vantaggio, perché ci permette di controllare qualità, volumi e prezzi.

Con tre stabilimenti in Cina (tutti a 200 km da Shanghai) e un quarto in Thailandia, FM World dichiara di produrre circa 40.000 trattori all'anno, di cui quasi 31.000 sono rimasti in Cina nel 2022 (quarto posto nella classifica delle vendite).

L'azienda produce anche raccoglitori semoventi di canna da zucchero e, dal 2019, raccoglitori di cotone a tre e cinque file.FM World sta pensando di costruire un magazzino di distribuzione centrale europeo.