Irpef agricola arriva la proposta di taglio doppio nella Milleproroghe: sconto sulle tasse al 50% tra 10 e 15mila euro.

Oltre all’azzeramento fino a 10mila euro spunta una seconda fascia con il taglio
a metà dell’imposta. Via libera della Lega alla proposta Giorgetti-Leo: costo da 220 milioni nel 2024.

L’ennesima gestione in emergenza al ministero dell’Economia produce la soluzione sulla querelle nella maggioranza intorno agli sconti Irpef per l’agricoltura.

Dopo un fitto lavorio tecnico, la nuova proposta che in serata ottiene il via libera della Lega poggia su un doppio sconto: l’Irpef agricola viene azzerata per le fasce di reddito fino a 10mila euro, come da previsioni della vigilia, ma nell’architettura si aggiunge una seconda fascia, fra 10 e 15mila euro, in cui l’imposta sarà ridotta della metà.

Irpef agricola, taglio doppio: tasse

In questo modo, l’impianto elaborato costruisce un sistema a tre scalini che offre riduzioni a tutti: perché l’azzeramento per la quota fino a 10mila euro e il dimezzamento fra 10 e 15mila riguarderà anche chi ha redditi superiori, e pagherà di conseguenza l’Irpef piena solo per la quota da 15mila euro in su.

Una manovra da 350mila euro

L'accordo raggiunto nel Governo dopo un fine settimana in cui non sono mancate le tensioni costa 220 milioni quest’anno, e circa 350 nel biennio.

Sul piano dei numeri, l’impianto partorito alle Finanze soddisfa il requisito fatto circolare da fonti di Governo fin dalla mattina: perché lo sconto abbraccia circa il 90% del totale dell’Irpef agricola dovuta da persone fisiche, coltivatori diretti, imprenditori agricoli professionali (Iap) e società semplici.

Irpef agricola, taglio doppio: tasse

Le risorse arrivano dal Fondo della delega fiscale, cioè dalle maggiori entrate attese dai decreti attuativi della riforma e destinate nelle intenzioni del Governo a far camminare nei prossimi anni le nuove tasse, a partire dall’Irpef a tre aliquote ora prevista solo nel 2024.

Semaforo verde anche per la proroga a fine anno della revisione dei veicoli agricoli più datati (immatricolati prima del 1984).