Buone notizie per Maschio Gaspardo: le finanziare escono dal capitale e il gruppo torna a peno titolo nelle mani della famiglia. L’azienda guidata dai fratelli Andrea e Mirco è tornata in pieno possesso alla famiglia Maschio. 

Quella della Maschio Gaspardo è operazione coraggiosa che nel suo ultimo passaggio passaggio societario ha visto uscire la finanziaria regionale Veneto Sviluppo (che teneva circa il 20 per cento del capitale) e Friulia (uscita in parte in quanto poi reinvestirà).

Maschio Gaspardo: il gruppo torna nelle mani della famiglia

Aprile 2022: riacquistano 132 mila azioni

Ad aprile Maschio Gaspardo ha riacquistato complessivamente 132.744 azioni proprie detenute dalle finanziarie regionali Friulia Spa e Veneto Sviluppo Spa.

Allo stesso tempo la controllante Maschio Holding Spa ha acquistato ulteriori 68.326 azioni di Maschio Gaspardo Spa da Veneto Sviluppo Spa, riportando tutto il capitale di Maschio Gaspardo in capo ai fratelli Andrea e Mirco Maschio, rispettivamente presidente di Maschio Holding e presidente di Maschio Gaspardo.

Maschio Gaspardo: il gruppo torna nelle mani della famiglia

Il nuovo asset societario

Dopo che i due fratelli hanno deciso di riacquistare le quote detenute dagli investitori istituzionali, la proprietà capitale del gruppo è così suddivisa: 60,35% di proprietà di Maschio Holding Spa 32,94% di proprietà di Maschio Gaspardo Spa, 6,71% di proprietà di Friulia Spa.

La finalizzazione di questa operazione, ha dichiarato l’Ad Luigi De Puppi è la conseguenza di un continuo miglioramento di tutti i principali indicatori economici e patrimoniali, e conferma della validità della strategia intrapresa e della capacità dell’azienda di rispondere in maniera efficace alle sfide poste dal contesto in essere. Grazie anche al trend positivo del mercato delle macchine agricole nel 2021 il gruppo ha continuato a crescere sia a livello nazionale che internazionale.

Oggi il Gruppo Maschio Gaspardo è tornato nelle mani della famiglia Maschio e i risultati economici sono ottimi, afferma invece Mirco Maschio, presidente di Maschio Gaspardo Spa. In questo processo ha un ruolo fondamentale la transizione, che da anni stiamo mettendo in atto, verso un’agricoltura sostenibile.

 

Maschio Gaspardo: il gruppo torna nelle mani della famiglia

Agricoltura sempre più sostenibile

Sul fronte dela ricerca e Sviluppo l'evoluzione costante di Maschio Gaspardo è proseguita nel corse degli ultimi anni in maniera continua. Ne è stata dimostrazione la presenza massiccia del del Gruppo alle ultime fiere di settore (Eima 2021 e Fieragricola 2022) in cui sono state tante le novità di prodotto lanciate all'insegna dell'innovazione, del precision farming e dell'agricoltura 4.0-

Maschio Gaspardo: il gruppo torna nelle mani della famiglia


Sul fronte del prodotto abbiamo agito portando un miglioramento della velocità di risposta verso le richieste e i trend di mercato, grazie ad una maggiore segmentazione del dipartimento di Ricerca e Sviluppo sul prodotto e all’inserimento di nuove risorse e competenze.

La ricerca continua del miglioramento dei processi interni, attraverso il rafforzamento della struttura organizzativa, lo sviluppo delle competenze tecniche e del prodotto, l’attenzione all’evoluzione digitate, hanno portato significativi benefici - dichiara Andrea Maschio.

Abbiamo migliorato il design del prodotto grazie alla collaborazione con la Scuola Italiana di Design (SID di Padova) e le performance delle attrezzature anche attraverso lo scambio continuo con università, istituti di ricerca e una migliore integrazione dei dipartimenti di Ricerca e Sviluppo periferici, India in particolare.

 

Maschio Gaspardo: il gruppo torna nelle mani della famiglia

Nel 2021 390 milioni di fatturato

I risultati di tutte le operazioni societarie interne ed esterne si stanno già vedendo.

Attraverso il rafforzamento dei processi di supply chain, l’ottimizzazione della capacità produttiva e la riduzione del capitale circolante netto grazie all’implementazione della lean production e la crescita dell’attività commerciale, nel 2021 Maschio Gaspardo ha ottenuto un fatturato pari a 390 milioni di euro e ha chiuso l’anno con un indebitamento finanziario netto al di sotto dei 70 milioni di euro, malgrado le difficoltà subentrate con la pandemia e quelle che subentreranno dal conflitto russo-ucraino dove, ricordiamo, il Gruppo veneto mantiene un business non indifferente.

Il rilancio è avvenuto anche con il supporto delle finanziarie Regionali Friulia, Veneto Sviluppo e Finest, che erano intervenute con l’obiettivo di supportare il Gruppo, che dà lavoro a circa 2.000 persone nelle due regioni.