Con il gasolio agricolo per trattori a 1,40 euro, non conviene accendere il trattore. Tutta colpa della guerra in Ucraina.

Ma siamo davvero sicuri che la guerra in Ucraina sia la sola ragione dell'aumento alle stelle del costo di gasolio e delle altre materie prime o di altre produzioni agricole per l’alimentazione animale e per il cibo?

Aumento gasolio agricolo

Imprenditori agricoli: chiediamo a loro

Se chiediamo quanto la situazione in Ucraina abbia impattato sull'aumento del gasolio agricolo per trattori direttamente a un0agricoltore o a un contoterzista quasi certamente vi risponderanno che i costi di produzione e delle materie prime erano già molto alti prima dell’inizio del conflitto, sono schizzati ulteriormente dopo l’invasione militare della Russia in Ucraina.

Gasolio a parte, basti pensare che rispetto ad un anno fa il prezzo dei fertilizzanti è cresciuto in maniera esponenziale: urea a +121%, +138% nitrato ammonico, +112% cloruro di potassio. Il caro gasolio e le materie prime hanno aggravato lo stato di salute del settore.

Aumento gasolio agricolo
Il prezzo al litro del gasolio agricolo ha superato quello del gasolio da trazione normale del 2021

Prezzo gasolio che sale... insieme alla preoccupazione

I prezzi dei carburanti generici e agricoli stanno registrando una significativa impennata, con rincari anche di 0,06 €/l in una sola settimana.

I rincari si aggirano all'incirca al 40%. E stiamo parlando di fattore di costo, quello del gasolio, che non può essere sostituito in nessun modo perchè è imprescindibile per le attività quotidiane, soprattutto in previsione della fase di semina. Fino a poco meno di un anno fa, invece, i prezzi non superavano i 0,65-0,70 €/l.

Aumento gasolio agricolo

Se in ambito di mobilità privata si possono ridurre gli spostamenti per l'elevato costo dei rifornimenti, gli agricoltori vivono le stesse dinamiche degli autotrasportatori; particolarmente colpiti tutti quelli che hanno aumentato le superfici.

Non solo gasolio

Il caro prezzi è molto pesante anche per i concimi, con rincari fino a oltre il 50%. Se prima uno specifico prodotto fitosanitario costava 30 €/quintale, ora lo stesso supera i 70 euro/quintale fino quasi a toccare i 100 euro. 

Non se la passano granché bene gli allevatori: Ai bovini qualche azienda sta iniziando a razionare i pasti. C'è anche chi dà da mangiare soltanto fieno senza l'aggiunta di altri integratori. 

Gasolio: sbagliato dare la colpa solo al conflitto russo-ucraino

Ovviamente il pensare di molti è che la guerra in Ucraina sia la causa di questi rincari pesantissimi da sostenere per tutto il comparto agricolo e agromeccanico italiano. Il conflitto russo-ucraino è sicuramente tra e cause del caro-carburante, ma tra i fattori impattanti c'è anche la situazione economica in tempo di covid-19 e l'andamento del cambio dollaro/euro, che rende più caro il costo del petrolio.

In questi giorni, si stanno registrando numeri molto vicini al record raggiunto nel 2008, quando si toccarono quasi 148 dollari al barile. Il prezzo del gasolio ha registrato un andamento oscillante negli ultimi anni.

Nel 2020, con lo scoppio della pandemia, le quotazioni del barile sono andate persino sotto zero, per poi riassestarsi sui 50 dollari (prezzo Wti) sul finire dell'anno.

Nel 2021 abbiamo assistito ad una salita costante dei prezzi del gasolio (ne avevamo parlato su OmniTrattore) dovuta a una forte ripresa economica in uscita dalla fase acuta della crisi pandemica, che ha portato a una crescente domanda di gasolio agricolo. Il prezzo era già in salita da mesi e il conflitto ucraino ha solamente accelerato questo processo, aumentando l'incertezza sui mercati. Le sanzioni, tra le tante cose, non riguardano i prodotti energetici al momento.

Aumento gasolio agricolo

Cosa ci aspetta?

Molti esperti in materia di prodotti petroliferi concordano sul fatto che non sia facile fare previsioni perchè sono tanti i fattori che entrano in campo per stabilire un andamento del prezzo del gasolio agricolo nei prossimi mesi.

Rispetto ad altri beni il petrolio ha storicamente un andamento più fluido, ma è difficile aspettarsi una discesa nel breve tempo. Molto dipende, a questo punto dalla crisi russo-ucraina. Da questo momento in poi diventa invece strategico per i prezzi del gasolio agricolo l'esito del conflitto. 

Se la crisi in Ucraina dovesse proseguire nel lungo periodo è dunque ipotizzabile un mantenimento del prezzo del petrolio livelli elevati a meno che i mercati internazionali non ricerchino un nuovo asset considerando anche un fattore che ha impattato pesantemente su tutto il settore dell'autotrazione: con l'annuncio dell'Unione Europea di chiudere nel 2035 con motore endotermico, molte aziende petrolifere hanno ridotto gli investimenti in nuove estrazioni.