BFM mostra la fresa automatica interceppi B1, in occasione di Enovitis in Campo 2024 (11-12 Giugno Castel San Pietro Terme). Si tratta di un'attrezzatura adatta a soddisfare ogni esigenza di fresatura in piantagioni a filari con una distanza minima tra i ceppi di 40 cm.

Questo macchinario è dotato di una zappetta dal design studiato ad hoc per la coltivazione di vigneti e frutteti, soprattutto su terreni collinari.

Grazie alla sua testa, in grado di ruotare fino a +/- 30° rispetto all’asse, la B1 di BFM può adattarsi ed affrontare agevolmente le pendenze del territorio.

BFM: fresa automatica interceppi B1

Automatica o manuale

La BFM B1 si adatta benissimo a lavorazioni in pendenza e riesce a lavorare in maniera automatica grazie al comando tastatore idraulico, ma è regolabile, come anticipato, nell'inclinazione di più o meno 30° in maniera semplice grazie a due comandi a leva: con quella di color nero si stabilisce l'incliazione della fresa, mentre quella rossa permette di fare entrare e uscire la fresa stessa all'interno dell'interfila.

La lavorazione in manuale è particolarmente indicata nel caso si lavori con piantine giovani per cui il tastatore non avrebbe la giusta sensibilità per far ritrarre la pianta.

Se invece si lavora in pianura, basta regolarla semplceente in parallelo al terreno, anche grazie alla stabilità garantita dalle ruote da lavoro per regolazione di profondità. 

BFM: fresa automatica interceppi B1

Tanti gli accessori disponibili tra cui il corpo laterale che contempla un aratro, una lama sarchiatrice o un braccio disco tagliaerba.

BFM inoltre dà la possibilità di aggiungere alla B1 un efficace disco per scalzo e rincalzo o una testata fresante per la lavorazione tra piante a partire da 40 cm.

A richiesta anche la centralina e comandi elettrici indipendenti e un alberino portazappette rinforzato.