Ritorna l’appuntamento con i Fields of Innovation Syngenta. Un evento dedicato alle ultime tecnologie, innovazioni varietali e opportunità di mercato per la filiera orticola.

Per la prima volta quest’anno i visitatori potranno scoprire il nostro avanguardistico Centro Tecnologico, le linee di sviluppo dei biologicals e le nuove tecnologie per migliorare la salute del suolo.

Gli agricoltori potranno vedere e toccare con mano le ultime novità varietali in campo, dialogare con i nostri esperti per valutare tutte le opportunità offerte da Syngenta per ottenere raccolti che promettono rese alte.

Fields of Innovation Syngenta

Quando avverranno i fields of Innovation Syngenta 

I fields of Innovation Syngenta si svolgeranno 27 al 29 Settembre 2022 a Grootebroek, Olanda. Una tre giorni di visite in campo e di dialogo con gli esperti di Syngenta e con i principali attori della filiera orticola per confrontarsi sulle ultime opportunità offerte in risposta ai cambiamenti climatici, alla crescente pressione delle malattie, al miglioramento della salute del suolo e all’offerta di prodotti salutari e funzionali per il consumatore.   

In mostra differenti innovazioni su diverse colture in grado di fare la differenza sul mercato tra le quali le novità nell’assortimento brassiche e il cavolfiore “tutto da mangiare” iStem, le cipolle Mildew resistenti le ultime introduzioni di spinacio resistenti a Stemphylium e Peronospora, i nuovi ibridi di mais dolce o le ultime novità nel fagiolino
 

Innovazione, motore delle attività

In questa edizione dei Fields of Innovation di Syngenta verranno aperte le porte del R&D Technology Center.

Esperti mostreranno le modalità di impiego dei biologicals, illustreranno le tecnologie di rilevamento dei dati in campo e le tecniche di back-crossing breeding per lo sviluppo di varietà in grado di rispondere alle esigenze e alle sfide dell’agricoltura moderna.

Tra le ultime innovazione tecnologiche saranno presentati EDAPHLOG e il  Biodiversity Sensor utilizzati per il rilevamento dello stato di salute del terreno, della presenza di biodiversità e dello stato di stabilità dell’ecosistema.

Il suolo è alla base del sistema alimentare e il 95% della fornitura globale è prodotta sul terreno. È pertanto indispensabile preservare questa preziosa risorsa e impedirne il degrado.