Con i il motore KSD di Kohler la complessità diventa semplicità, con un basso total cost of ownership, intervalli di manutenzione prolungati e facilità di manutenzione.

È quanto i evince dal terzo capitolo della saga KSD, Kohler Small Displacement, sulla piattaforma dedicata ai video sul nuovo motore di casa Kohler. Dopo l’uscita di novembre che presentava il nuovo motore diesel, esce ora il primo video che entra nei dettagli delle specifiche tecniche di questo motore innovativo.

Kohler: i bassi costi di gestione del motore KSD

KSD: semplice, avanzato e versatile

La gamma motori Kohler KSD è stata presentata come il risultato di un approccio totalmente orientato al mercato e al cliente, che permette non solo di godere delle prestazioni di un motore così avanzato, ma soprattutto di poterlo sfruttare per tutta la durata della sua vita e nel modo più facile ed economico possibile.

Bassi costi di gestione

Il primo fattore di successo fondamentale nella value proposition del motore KSD di Kohler è un basso total cost of ownership, ottenuto anche grazie al consumo di carburante ottimizzato, che permette di risparmiare sul carburante.

Rispetto al consumo medio dei suoi concorrenti, infatti, il KSD offre un risparmio compreso tra il 6 e l’8%. Il sistema di gestione elettronica del KSD consente di dosare con precisione il carburante, riducendo il fabbisogno di olio e carburante, prevenendo così la diluizione dell’olio e la contaminazione da fuliggine pesante.

Kohler: i bassi costi di gestione del motore KSD

A un total cost of ownership così basso contribuiscono anche gli intervalli di manutenzione, che nel KSD sono prolungati al massimo e permettono al cliente finale di poter risparmiare sui ricambi e sfruttare il più a lungo possibile il motore, senza dover effettuare della manutenzione che andrebbe a pesare sul costo di gestione.

Il KSD è stato così concepito con una tecnologia di serie che vede implementata e prolungata la durata massima di ciascuno dei componenti.

Manutenzione con tempi allungati

In primis, il KSD di Kohler è dotato di un filtro dell’olio che conta un intervallo di manutenzione di 500 ore, rispetto alla media dei concorrenti di 250 ore.

Oltre alla coppa dell’olio di 3,7 litri di serie, sono disponibili anche una coppa dell’olio potenziata di 5,3 litri e filtri dell’olio e del carburante pronti per intervalli di 1000 ore, per chi necessita di cicli di lavoro più impegnativi.

Sempre di serie è la cinghia poli-V heavy duty che vanta una durata di 2000 ore, cioè fino a 4 volte superiore rispetto alla media delle sostituzioni di cinghia dei concorrenti. In aggiunta, i regolatori idraulici non necessitano di alcuna regolazione.

Tutto questo è coperto dalla garanzia di 3 anni del KSD, che garantisce fino a 6000 ore di protezione.

Kohler: i bassi costi di gestione del motore KSD

Olio sotto controllo qualitativo

Sul KSD è stato inserito come optional un sensore che permette di monitorare in tempo reale le condizioni dell’olio. L’OCM, Oil Condition Monitor, rileva e segnala la fine del ciclo di vita dell’olio in base alla viscosità e all’ossidazione, nonché la failure mode; si integra nel CANbus, nella centralina e nel display di bordo esistenti.

In questo modo, permette di tenere le condizioni dell’olio sempre sotto controllo, ottimizzando la manutenzione e rendendola predittiva, riducendo anche i tempi di fermo macchina.

Qualsiasi operatore potrà beneficiare delle significative riduzioni dei costi di gestione a lungo termine integrando il monitoraggio delle condizioni dell’olio nella propria strategia di manutenzione.

Tutto questo rende le applicazioni che montano il KSD estremamente produttive e con duty cycle più lunghi, oltre ad avere un costo di gestione più basso. Ma quando la manutenzione è necessaria, gli ingegneri Kohler, per facilitare ulteriormente la vita del cliente finale, vedono possibili gli interventi manutentivi con due soli attrezzi: tutto ciò che serve è una chiave a nastro per rimuovere i filtri dell’olio e del gasolio, di uso comune e facile da reperire, e un attrezzo per la cinghia elastica per montare e rimuovere la cinghia della ventola dell’alternatore.

Kohler: i bassi costi di gestione del motore KSD

Il protocollo KIRA

Per controllare le prestazioni del motore, Kohler ha sviluppato KIRA, Kohler Integrated Remote Analytics, un’esperienza diagnostica completamente nuova e facile da usare. Grazie al collegamento via cavo direttamente al sistema, KIRA permette di eseguire diagnosi, flashing, report, e visionare la documentazione tecnica.

Accanto a KIRA, Kohler ha ideato anche un’applicazione di manutenzione gratuita per smartphone. KOHLER CheckApp mette a disposizione dell’utilizzatore una libreria completa di manuali tecnici e video, e un programma di manutenzione personalizzato basato sull’utilizzo. Con CheckApp è inoltre possibile anche acquistare i ricambi direttamente dall’applicazione.