Casella PXMP, PLMP, PLSMP e PLLSMP 4R. È questa una gamma completa di irrigatori che rispondo alla quasi totalità delle applicazioni necessarie in ambito di fornitura di acqua alle colture. Il vantaggio rispetto si competitor è la grande la possibilità di personalizzazione unita ad una facilità d’uso ai massimi livelli che ha permesso a questi irrigatori di diventare famosi a livello globale.

 Irrigazione: la metodologia è ampia

Una premessa è d'obbligo quando si parla della gamma irrigatori ad aspersione di Casella PXMP, PLMP, PLSMP e PLLSMP 4R: quando parliamo di metodi irrigui ci riferiamo alle varie modalità con cui l’acqua viene distribuita nel terreno. La scelta di un metodo rispetto ad un altro dipende da molti fattori.

Irrigatori PXMP, PLMP, PLSMP e PLLSMP 4R Casella

Principalmente sono la giacitura e la morfologia del terreno a dettare la scelta, ma anche la disponibilità di acqua da destinare all’irrigazione gioca un ruolo fondamentale. Nell’agricoltura odierna ci sono coltivazioni che necessitano assolutamente di apporti idrici costanti per garantire produzioni degne di un ritorno economico.

In questo settore sono state sviluppate nel corso degli ultimi anni numerose tecnologie, sia per massimizzare la resa dell’acqua, sia per agevolare il lavoro agli agricoltori. I metodi impiegati sono molti, si passa dalla tecnica a scorrimento, sommersione, a goccia, subirrigazione. nel caso dei Casella PXMP, PLMP, PLSMP e PLLSMP 4R parliamo di un metodo classico, utilizzato per la maggiore su coltivazioni intensive quali ad esempio mais, soia, erbai ed anche su piante da frutto.

Irrigatori PXMP, PLMP, PLSMP e PLLSMP 4R Casella

Stiamo parlando dell’irrigazione per aspersione, più comunemente detta a pioggia. Uno dei brand affermati maggiormente nel settore, quando si parla di macchine per l’irrigazione a pioggia, è sicuramente Casella, che si presenta sul mercato con una linea di prodotti ed accessori molto completa ed in grado di accontentare ogni richiesta.

La full line in ambito di irrigazione

Casella con l'inserimento delle serie PXMP, PLMP, PLSMP e PLLSMP 4R ha Ogni agricoltore, in base alle proprie coltivazioni, al grado di meccanizzazione dell’azienda e nondimeno dalle possibilità economiche ha esigenze diverse. Per questo motivo durante il corso degli anni sono state create diverse tipologie di irrigatori.

Oggi infatti a catalogo troviamo una linea di prodotti completa, suddivisa in tre grandi gamme. I più comuni, gli irrigatori con recupero a motore, ideali per avere un buon risparmio energetico, la gamma conta ben 7 modelli diversi che si differenziano per lunghezza del tubo, portata d’acqua e gittata massima.

Questo tipo di macchina utilizza per il recupero del tubo e per i movimenti idraulici un piccolo motore diesel. Il vantaggio di questo sistema sta nel fatto che non viene assorbita potenza dall’acqua che rimane quindi tutta sfruttabile per irrigare. Le perdite di carico della macchina vengono così ridotte del 25-30% a fronte di un consumo medio del motorino diesel di 300 gr/h di gasolio.

Irrigatori PXMP, PLMP, PLSMP e PLLSMP 4R Casella

Passando oltre troviamo gli irrigatori con recupero a turbina, dove la forza necessaria per il recupero del tubo viene ricavata dal passaggio di una parte dell’acqua all’interno di una turbina. Questi irrigatori sono l’ideale per chi non ha grosse richieste a livello di portata e gittata e permettono di risparmiare una notevole quantità di gasolio

Il top di gamma arriva con gli irrigatori con motopompa incorporata. Si tratta di macchine su cui è possibile installare un gruppo motopompa che soddisfi le proprie necessità, sia nei casi di aspirazione da canali che rilancio da impianti consortili.

I big irrigatori di Casella

Grandi distanze, elevata portata e gruppi motopompa con potenze fino a 250 Cv. Sono questi gli aspetti fondamentali che caratterizzano la gamma di alta fascia degli irrigatori marchiati Casella. I modelli all’interno di questa categoria, abbiamo detto, sono quattro: PXMP, PLMP, PLSMP e PLLSMP 4R.

Irrigatori PXMP, PLMP, PLSMP e PLLSMP 4R Casella

Grazie all’estrema facilità d’impiego un solo operatore può posizionare questa macchina in tempi molto ridotti svolgendo solo delle semplici operazioni. Si ha inoltre un ulteriore risparmio a livello energetico, in quanto il recupero del tubo ed i movimenti idraulici sono azionati dal motore stesso.

Il Casella PXMP è il più piccolo della gamma, è stato studiato per riuscire a lavorare al meglio aspirando o direttamente da canali irrigui, tramite un apposito braccio semovente con un raggio di apertura massimo di 6 m, oppure da tubazioni sotterranee che lavorano a bassa pressione. Come optional è possibile richiedere il carrello a quattro ruote.

La parte anteriore del telaio è smontabile grazie a un sistema di piastre tramite le quali è possibile allestire la macchina nella versione PX con motore monocilindrico per il recupero del tubo. La lunghezza del tubo varia da un minimo di 300 fino ad un massimo di 600 m.

Salendo di dimensioni, un gradino appena sopra troviamo il modello PLMP: si tratta di una macchina speciale che conserva le caratteristiche di base del modello con recupero a motore PL, ma con la possibilità di installare un gruppo motopompa studiato appositamente a seconda delle esigenze, fino ad una potenza di 250 CV.

La lunghezza del tubo varia da 300 a 600 m, mentre il peso in base al modello varia da un minimo di 6.400 ad un massimo di 8.100 Kg. Aumentando ulteriormente le dimensioni troviamo il Casella PLSMP che sostanzialmente mantiene le dotazioni e le dimensioni della serie PLS-PLLS ma sul quale viene installato un gruppo motopompa appositamente dedicato.

Arriviamo ora alla punta di diamante di Casella irrigatori, il PLLSMP 4R. Interessante notare la protezione totale del gruppo motore, per le operazioni di controllo e ispezione uno sportello anteriore si solleva facilmente e permette di accedere ai comandi delle centraline elettroniche e grazie ad una foratura delle lamiere è possibile arieggiare adeguatamente tutto l’impianto.

Viene venduto di serie con il carrello a 4 ruote, sul quale è stato posto un ingegnoso sistema per ammortizzare buche o dislivello. Si tratta di un rivoluzionario sistema che rende oscillante il bilanciere che unisce le due ruote, attraverso un travaso dell’olio idraulico tra i due martinetti che lo sostengono.

Inoltre dà la possibilità di sollevare le ruote anteriori per facilitare le manovre per il posizionamento della macchina. Durante la circolazione su strada però la macchina deve tassativamente viaggiare con le quattro ruote appoggiate a terra.

Irrigatori PXMP, PLMP, PLSMP e PLLSMP 4R Casella

Una vasta gamma di accessori

Casella con la sua gamma di irrigatori ha impostato una progettazione che tenesse conto del fatto che ogni azienda agricola ha le proprie necessità, che si differenziano sostanzialmente per la coltivazione, la giacitura del terreno e le sue sistemazioni idraulico agrarie.

Per poter accontentare le più disparate richieste Casella ha realizzato una vasta gamma di accessori con i quali è possibile allestire, completare o personalizzare il proprio irrigatore. Il depressore a svuotamento rimuove velocemente l’acqua all’interno del tubo a fine lavoro, consentendo un miglior trasporto della macchina e per facilitare la successiva stesura del tubo.

La valvola di scarico invece consente a fine del turno irriguo di scaricare un’importante quantità di acqua, tale da provocare un abbassamento della pressione di linea, utilizzabile per l’arresto della stazione di pompaggio, mentre la chiusura lenta permette di chiudere automaticamente l’entrata dell’acqua nella macchina, con possibilità di arrestare anche la stazione di pompaggio in sovrapressione.

Per facilitare le operazioni di srotolamento invece un apposito sistema invia tramite una fotocellula, un allarme visivo o acustico quando il tubo è nella fase finale di srotolamento. Per chi dovesse irrigare in zone adiacenti ad abitazioni è disponibile il motore HATZ insonorizzato, oltre i 50 m la rumorosità si confonde con i suoni dell’ambiente in cui è situato.

Irrigatori PXMP, PLMP, PLSMP e PLLSMP 4R Casella

Monitor di controllo

Tutti gli irrigatori Casella PXMP, PLMP, PLSMP e PLLSMP 4R sono facilmente controllabili tramite appositi monitor dedicati, i quali possiedono numerose funzioni. Il sistema di compensazione elettronica ha la funzione di mantenere automaticamente costante la velocità di rientro indipendentemente dal diametro di bobinatura e dalla forza di trazione del tubo.

Impostando la velocità desiderata essa rileva tramite un sensore posteriore la velocità reale di rientro sul tubo e agendo sulla valvola idraulica di regolazione corregge automaticamente la velocità fino ad ottenere il valore impostato.

Tramite il monitor HYDRO-CONTROL 260 è possibile misurare lo srotolamento del tubo fino a 1.000 m. Il controllo del riavvolgimento è impostabile secondo necessità da 5 a 999 m/h, se ciò non dovesse bastare si può avere il calcolo automatico della velocità programmando il tempo di irrigazione. Inoltre un’importante novità aumenta le già numerose dotazioni di questo sistema: la programmazione della pluviometria.

In pratica impostando la fascia irrigata, il diametro e pressione al boccaglio, la centralina calcola automaticamente la velocità di rientro del tubo, programmando così la pluviometria desiderata, ovvero i millimetri di pioggia desiderati.