Tre satellitari razziati dai trattori presso l'azienda Loghetto di San Rocco. E reati simili simili stanno diventando sempre più frequenti tutta Italia, ma anche in Francia, Germania e Inghilterra.

Sembra infatti che le bande dedite al furto di macchinari agricoli, trattori e attrezzature, abbiano integrato nelle loro pratiche malavitose, quelle relative all'appropriamento indebito di sistemi satellitari e GPS, intesi sia come sistema di ricezione che come monitor cabina.

Furti GPS trattore

Il caso dell'azienda Loghetto

Nella cascina di San Rocco, a sparire sono tre satellitari da altrettanti trattori. È andato a segno il colpo che è al al vaglio dei carabinieri della compagnia di Codogno, allertati dai proprietari della stessa azienda una volta scoperto il furto subito a poche ore di distanza dal blitz.

Il furto è avvenuto di notte e nel totale silenzio, lontano da occhi indiscreti. Secondo quanto appreso, i ladri avrebbero forzato gli sportelli dei mezzi agricoli su cui erano installati i satellitari per poi fuggire. 

Furti GPS trattore

Solo una settimana fa a finire nel mirino era stata un’azienda al confine tra Lodigiano e Cremasco, a Dovera, mentre nel territorio dell’Alto Lodigiano ad essere interessata era stata una ditta di rivendita di mezzi agricoli a febbraio. Non quindi satellitari nel mirino, ma l’intero trattore esposto: colpo fortunatamente sventato, con il custode sceso nel piazzale della ditta facendo così fuggire i ladri.

Oltre il furto il blocco del lavoro

Ma il danno non è solo legato al valore dell'hardware rubato ma si allarga alle perdite pe rio blocco delle attività aziendali. È quanto accaduto in località Cantacucco a Rottofreno dove, , dei malviventi hanno rubato tutta l’attrezzatura installata su 11 trattori e un carro miscelatore che si trovavano in corte.

Furti GPS trattore

Le indagini sono attualmente in corso, ma il danno è evidente e ingente.

Hanno rubato i satellitari e i computer per l’agricoltura di precisione. Il danno supera i 250mila euro – spiegano Roberto Scrocchi e il figlio Nicola - ma oltretutto così si sono portati via anche tutto il lavoro di mappatura e georeferenziazione che avevamo fatto per operare in campo nel massimo rispetto dell’ambiente, concimando e irrigando a rateo variabile.

Quelle informazioni ci geolocalizzavano dove avevamo concimato, quanto e quando avremmo dovuto intervenire di nuovo. Di fatto, ci troviamo con l’azienda paralizzata in un momento di massima attività perché ora è impossibile andare in campo rispettando tutti i parametri che le stringenti norme ci impongono con uno stretto monitoraggio dei fattori produttivi. 

Insomma il furto ha reso vane e difficilmente recuperabili le attività di preparazione del letto di semina. Gli equipaggiamenti satellitari rubati, oltre ad essere costose aumentano la produttività delle aziende, monitorando ad esempio la somministrazione del fertilizzante, del liquame e dei agrofarmaci, razionalizzando in modo mirato tutti fattori produttivi.

Sono attrezzature evolute che gli imprenditori agricoli hanno dovuto imparare ad utilizzare per poter rispettare tutte le stringenti norme imposte dalla condizionalità e dal rispetto dell’ambiente. Azienda oltre al danno rischia quindi una paralisi operativa. 

Furti GPS trattore

I furti toccano anche la fase del raccolto

E se poi i satellitari o i GPS rubati sono quelli della mietitrebbiatrice, son veri dolori. In questo caso le aziende interessate sono di grosse dimensioni e i ladri non sono sprovvediti ma veri esperti di esperti di tecnologia.

Vanno a colpire in maniera mirata, sapendo dove mettere le mani pur se le mietitrebbiatrici sono alloggiate in un deposito allarmato. L'antenna e lo schermo in questo caso, in aggiunta al danno indotto sulla raccolta si aggira attorno ai 10.000 euro.

 

Dove finiscono i satellitari rubati

Un furto sicuramente lucroso per i ladri: il costo di un satellitare presente su trattori infatti può andare dai 500 ai 2 mila euro. La quantificazione precisa del valore medio delle refurtiva  per i sistemi satellitari dei trattori supera mediamente i duemila euro visti appunto i “listini prezzi” attuali.

Un mercato sempre purtroppo vivo quello dei furti di parti di mezzi agricoli che adesso si muove nella direzione dell'hitec che trova nei satellitari pezzi pregiati, facili da trasportare senza dare nell'occhio e rivendibili nel giro di poco tempo soprattutto in Est Europa o in Africa.

Furti trattori

I consigli per ostacolare i furti di satellitari e GPS

A seguito dell'aumento dei furti GPS, Carabinieri e polizia stanno esortando gli agricoltori e i contoterzisti a proteggere il più possibile le loro attrezzature e ad adottare misure appropriate per rendere il più difficile possibile l'accesso ai ladri.
Per aiutare a proteggere i sistemi GPS dai ladri, valgono dei consigli seguenti consigli sempre utili:

• Attiva il PIN di sicurezza sul kit GPS con il proprio numero univoco, se disponibile.

• Tenere i trattori e le mietitrebbie con GPS installati protetti il più possibile.

• Rimuovi il kit GPS quando possibile da trattori e altri macchinari e riporlo in un luogo sicuro quando non è in uso.

• Registra i numeri di serie e fotografa il kit.

• Controlla i numeri di serie dei kit usati messo in vendita.