BKT inaugura il nuovo sito produttivo di Waluj. Sembra non conoscere sosta infatti la crescita del colosso indiano produttore di pneumatici Off-Highway che investendo qualcosa come 56 milioni di dollari taglia il nastro a un sito produttivo in grado di fabbricare 30,000 MT di pneumatici Off-Highway all’anno. La notizia assume ancora più valenza se si pensa che il progetto di BKT prende vita in piena crisi pandemica.
 

BKT STABILIMENTO WALUJ3

Cinquecento posti di lavoro

Allo stato attuale nello stabilimento BKT di Waluj, nello Stato indiano del Maharashtra, sono stati avviati i test produttivi delle varie linee dedicate a pneumatici Off-Highway per il construction e l'agri. Nel sito lavoreranno circa 500 persone, quando l’impianto sarà a pieno regime e verranno prodotti pneumatici di diametro medio-piccolo.
 

Qualità e quantità

Per BKT questo nuovo impianto a Waluj è una scelta strategica che non solo aumenta la sua produzione, ma la migliora. Lo stabilimento, distribuito su 22 acri, dista soli 5 km dal primo sito produttivo in assoluto di BKT, che sorge a Waluj ed è stato inaugurato nel 1987.
Il progetto si è focalizzato sulla realizzazione di un impianto all’avanguardia sia dal punto di vista strutturale che meccanico e sulla riorganizzazione dei reparti e dei flussi per la massima efficienza.
 

BKT STABILIMENTO WALUJ3

Lo stabilimento in piena crisi pandemica

Con la prima pietra posata in giugno 2019, questo stabilimento è sorto durante la pandemia. BKT ha voluto mettere in sicurezza tutti coloro che lavoravano al progetto, prima di proseguire con l’opera.

L’emergenza sanitaria non ha comunque frenato la voglia di andare avanti di BKT, con un messaggio positivo al mercato: “si può fare”, naturalmente adempiendo a tutte le richieste di sicurezza del caso.
 
Come sempre l’azienda punta in alto e intende ampliare la sua quota di mercato Off-Highway, seguendo una filosofia così riassunta da Arvind Poddar, Presidente e Amministratore Delegato di BKT:

“La crescita è il nostro impegno. Guardare avanti è il nostro obiettivo costante. Un’azienda che non sa guardare con coraggio verso il proprio futuro è come una persona incapace di sognare”.