I numeri della mietirebbiatrice John Deere Serie X9 parlano da soli: più di 100 tonnellate all'ora e meno dell'1% di perdite, secondo quanto dichiarato dal costruttore americano.

E non è solo una questione di potenza. Il segreto sta tutto nell'efficienza del cuore operativo dei nuovi modelli a partire dal collo alimentatore (uno dei più ampi del mercato) il quale, lavorando insieme con l’innovativo sistema di trebbiatura e separazione a doppio rotore, permette di migliorare il flusso di prodotto e aumentare la capacità di raccolta.

Mietirebbiatrice John Deere Serie X9: come funziona

Il cuore della Serie X9 

E allora proviamoli a scoprire assieme i segreti della tecnica nascosti nella mietitrebbia John Deere X9 in un percorso che parte ovviamente dall’alimentazione alla trebbiatura, fino alla separazione e allo scarico della granella.

Quindi mettetevi comodi e lasciatevi accompagnare in un tour alla scoperta della John Deere  X9, l’ammiraglia in verde della trebbiatura.

Mietirebbiatrice John Deere Serie X9: come funziona

Ali a inclinazione variabile

Partiamo dalla barra di taglio caratterizzata dal movimento delle ali laterali e di più o meno 10 gradi migliora l'aderenza al terreno e permette di raccogliere al meglio il prodotto.

Il telaio articolato e snodi delle ali spostati permettono per una minore distanza tra aspo e la stessa barra.  

Mietirebbiatrice John Deere Serie X9: come funziona

Collo alimentatore maxi

Passiamo al collo alimentatore della John Deere X9. I grandi tappeti con i lievi trattieni-granella riducono al minimo le perdite nei raccolti con semi di calibro piccolo come la colza e il raccolto viene introdotto partendo dalla spiga all0interno dell’alimentatore.

I prodotti più voluminosi sono invece accompagnati dalla grande coclea superiore. Il controllo idraulico dell'inclinazione laterale e longitudinale permette di regolare l’angolo di incidenza anche in movimento.

Mietirebbiatrice John Deere Serie X9: come funziona

Catenaria e tamburo per volumi elevati

I componenti centrali della catenaria e il tamburo frontale oscillano formando un maggiore spazio  per le culture ad alto volume quindi migliore presa sul raccolto e passaggio fluido verso i rotori.

L'acceleratore delle otto alette con design Chevron assicura una delicata separazione del flusso di prodotto: così i due vengono alimentati in modo uniforme.

Le spire davanti a ogni rotore fanno sì che la transizione del raccolto sia fluida così da venire riempiti più rapidamente.

Mietirebbiatrice John Deere Serie X9: come funziona

Inoltre grazie rotori controrotanti il raccolto stesso viene diviso senza bruschi cambi di direzione. Il risultato è doppio: la qualità della paglia è intonsa e sui riduce la potenza assorbita e i consumi.

Il design dei rotori 

E c’è ancora il design studiato a caratterizzare i rotori lunghi ben tre metri e mezzo: al loro interno il raccolto compie 9 rivoluzioni e la superficie di separazione attiva diventa così davvero impressionante.

Mietirebbiatrice John Deere Serie X9: come funziona

La forma dell'alloggiamento del rotore è centrica, con maggiore spazio nella parte superiore. In pratica si crea un effetto di presa e rilascio mentre il raccolto ruota, e viene così compresso nella parte inferiore e poi rilasciato in quella superiore: così la granella si sposta da sola all'esterno del flusso di raccolto e viene facilitata la separazione.

Nei raccolti ad alta resa e ad alta umidità interviene l’isolamento attivo del controbattitore che mantiene una distanza costante dalla griglia che limita gli eventuali sovraccarichi.

Nell'area di separazione raccolto ruota sette volte garantendo una totale capacità di separazione anche in condizioni estreme con paglia e granella umide.

Dita rotore per il minimo spreco

Le maxi dita del rotore della John Deere X9 sono ben distanziate e posizionate secondo un preciso schema e completano la separazione degli ultimi semi intrappolati; è presente anche un ulteriore zona di separazione sotto il lanciapaglia posteriore per rimuovere gli ultimi semi rimasti.

Mietirebbiatrice John Deere Serie X9: come funziona

Un pianale di ritorno cattura tutta la granella separata dal rotore e la riporta nella parte anteriore del cassoncino di pulizia questo sicura che tutto il prodotto separato attraversi l'intera superficie del cassoncino stesso in un'area di 7 m2 per la massima pulizia della granella nella tramoggia.

Precrivello inclinato strategico

La granella si sposta da piano preparatore su un precrivello inclinato il quale funge anche da prepulitore: questo aiuta a distribuire il materiale su tutto il cassoncino di pulizia.

Il raccolto passa poi attraverso un grande gradino ventilato per assicurare un ulteriore pre-pulizia.

Mietirebbiatrice John Deere Serie X9: come funziona

Quattro turbine ad alta capacità forniscono un flusso d'aria costante sull'intera superficie del cassoncino.

Active Terrain Adjustment

Sui campi non pianeggianti c’è l’Active Terrain Adjustment che utilizza automaticamente i parametri del cassoncino di pulizia per evitare perdite e ottenere la massima pulizia del prodotto nella tramoggia.

Un sistema di recupero attivo con palette in gomma ri-trebbia poi separatamente il materiale di recupero senza causare rotture alla granella.

Mietirebbiatrice John Deere Serie X9: come funziona

La John Deere Serie X9 è anche dotata della tecnologia di automazione Combine Advisor: le telecamere sugli elevatori della granella pulita e del recupero misurano continuamente la qualità della granella. È un sistema che assicura una produttività alta in tutte le condizioni indipendentemente da chi guida

 Tramoggia vuota in 100 secondi

L'enorme tramoggia è progettata per un raccolto non stop quando si tratta di scaricare Ci vogliono solo 100 secondi per svuotare 13 tonnellate di granella.

Anche il riempimento del rimorchio è facile grazie alla coclea di scarico con cuffia mobile che permette l'operatore di dirigere il flusso di granella durante lo scarico.

Arrestando lo scarico vengono bloccate le coclee trasversali mentre rimane attiva la sola coclea di scarico: questo sistema permette all'operatore di svuotare tutta la coclea senza dover scaricare la tramoggia.

Mietirebbiatrice John Deere Serie X9: come funziona

I sensori Active Yeld di John Deere montati nella tramoggia calibrano il sensore di resa in maniera automatica continua: così aumenta la precisione dei dati contenuti nelle mappe di resa per elaborare decisioni future migliori.

Mietirebbiatrice John Deere Serie X9: come funziona

Dalla trinciatura all'andanatura 

Per una gestione facile facile dei residui si può passare dalla trinciatura all’andanatura premendo un solo interruttore: il trinciapaglia 100 coltelli offre una qualità di trinciatura davvero elevata e grazie controcoltelli regolabili da remoto si può controllare l'intensità le palette dello spargipaglia tanto che si possono spargere i residui uniformemente fino a 15 metri di larghezza.

Fotogallery: Mietirebbiatrice John Deere Serie X9: come funziona